Leasing


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 6988 - pubb. 29/02/2012

Sequestro preventivo di beni concessi in leasing e diritto della concedente ad agire in sede monitoria per il pagamento dei canoni

Tribunale Firenze, 24 Gennaio 2012. Est. Anna Primavera.


Locazione finanziaria – Proponibilità in via monitoria di domanda di pagamento di canoni di leasing nei confronti di utilizzatore di bene oggetto di sequestro e/o confisca ex lege n. 575 del 1965 – Sussistenza.

Competenza del giudice penale – Esclusione.



La domanda proposta in sede monitoria dalla concedente diretta a conseguire il pagamento dei canoni di leasing relativi a bene oggetto di sequestro preventivo ex lege n. 575 del 1965 non interferisce con detta misura di prevenzione ed esclude ogni competenza del giudice penale sia in sede cognitiva che esecutiva. (Nunzio Salice) (riproduzione riservata)
 
Anche in pendenza di procedimento di prevenzione ex lege n. 575 del 1965 sussiste l’interesse della concedente in leasing – tutelabile in sede civile – non solo all’accertamento del proprio credito ma anche all’emissione di un titolo esecutivo definitivo in vista della futura soddisfazione del proprio credito seppure mediante l’aggressione di beni dell’utilizzatore diversi da quelli oggetto della misura di prevenzione. (Nunzio Salice) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell’Avv. Nunzio Salice


Il testo integrale