Diritto Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 25191 - pubb. 11/01/2021

Interesse del debitore esecutato a far valere l'avvenuta cessione del credito e la prevalenza di detta cessione sul pignoramento

Cassazione civile, sez. III, 24 Settembre 2019, n. 23644. Pres. Roberta Vivaldi. Est. Rossetti.


Esecuzione forzata - Mobiliare - Presso terzi - Accertamento dell'obbligo del terzo - Giudizio di cognizione ex artt. 548 e 549 c.p.c., nel testo anteriore alle modifiche introdotte dalla l. n. 228 del 2012 - Interesse del debitore esecutato a far valere l'avvenuta cessione del credito e la prevalenza di detta cessione sul pignoramento - Sussistenza



In tema di giudizio di cognizione instaurato ex artt. 548 e 549 c.p.c., nel testo anteriore alle modifiche introdotte dalla l. n. 228 del 2012, per l'accertamento dell'obbligo del terzo sottoposto a pignoramento, sussiste l'interesse del debitore esecutato, che è parte del detto giudizio, ad eccepire la non persistenza del credito nel suo patrimonio per la avvenuta cessione dello stesso e la prevalenza di tale cessione sul pignoramento, ai sensi dell'art. 2914, n. 2, c.c. (massima ufficiale)


Il testo integrale