Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24950 - pubb. 04/03/2021

Funzione della data certa nell’accertamento del passivo

Cassazione civile, sez. I, 25 Gennaio 2021, n. 1520. Pres. Genovese. Est. Dolmetta.


Insinuazione allo stato passivo - Scrittura privata - Anteriorità rispetto al fallimento - Opponibilità alla massa - Data effettiva della scrittura - Mezzi di prova di diritto comune



Ai fini dell'insinuazione allo stato passivo, la data certa ex art. 2704 c.c. assume rilevanza per dimostrare l'anteriorità della scrittura privata rispetto alla dichiarazione di fallimento di uno dei suoi autori, ai soli fini della sua opponibilità alla procedura concorsuale, restando invece affidata alle regole del diritto comune la prova del momento in cui un rapporto contrattuale ha avuto inizio, come pure quella della sua effettiva durata. (massima ufficiale)


Il testo integrale