Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24909 - pubb. 24/02/2021

Opposizione allo stato passivo e omesso rilievo della mancanza di data certa

Cassazione civile, sez. I, 06 Luglio 2020, n. 13920. Pres. De Chiara. Est. Solaini.


Opposizione ex art. 98 l.f. - Prova del credito - Difetto di data certa -  Rilevabilità d’ufficio - Mancata segnalazione alle parti - Conseguenze - Ragioni - Fattispecie



Nel giudizio di opposizione allo stato passivo, la mancanza di data certa nelle scritture prodotte dal creditore, è rilevabile anche d'ufficio dal giudice il quale deve segnalare la questione di fatto alle parti onde consentire la discussione; tuttavia l'omissione di tale segnalazione non determina la nullità della sentenza salvo che abbia vulnerato la facoltà di chiedere prove o di ottenere a tal fine una rimessione in termini. (Nella specie la S.C. ha ritenuto l'irrilevanza dell'omessa segnalazione della questione del difetto di data certa di una lettera di fideiussione, non avendo il ricorrente dedotto alcuna menomazione delle proprie facoltà difensive). (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale