Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24119 - pubb. 11/01/2020

Concetto di stato di insolvenza

Cassazione civile, sez. I, 03 Dicembre 1965, n. 2433. Pres. Fibbi. Est. Malfitano.


Stato di insolvenza - Nozione - Rapporto tra attivo e passivo - Irrilevanza



Il concetto di stato di insolvenza attiene ad una situazione oggettiva di impotenza economica determinata dal fatto che l'imprenditore non e in grado di adempiere regolarmente e con mezzi normali alle proprie obbligazioni alle scadenze pattuite, il che avviene quando vengano meno le condizioni di liquidita e di credito nelle quali deve normalmente trovarsi una impresa commerciale, a prescindere dalla circostanza che l'attivo sia superiore al passivo, giacchè in materia fallimentare l'eccedenza patrimoniale rispetto al passivo può non escludere da sola, lo stato di insolvenza, dovendo questo essere valutato in base alla oggettiva impossibilita di soddisfare regolarmente con mezzi normali le obbligazioni assunte. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato