Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24106 - pubb. 11/01/2020

Nozione di stato di insolvenza

Cassazione civile, sez. I, 07 Aprile 1972, n. 1036. Pres. Giannattasio. Est. Lo Cigno.


Stato di insolvenza - Nozione - Inadempimenti - Elementi costitutivi - Esclusione



Lo stato di insolvenza e un requisito oggettivo richiesto dalla legge per dichiarare il fallimento di un imprenditore o di una società commerciale ed attiene pertanto ad una situazione oggettiva di impotenza economica determinata dal fatto che l'imprenditore non e in grado di adempiere regolarmente e con mezzi normali alle proprie obbligazioni alle scadenze pattuite, essendo venute meno le condizioni di liquidita e di credito nelle quali deve trovarsi un'impresa commerciale. Gli inadempimenti e gli altri fatti esteriori non sono requisiti essenziali dello stato si insolvenza. E pertanto errata la sentenza della Corte di merito che, per escludere lo stato di insolvenza, fondi il proprio convincimento sulla mancanza di inadempimento o di altri fatti esteriori, a torto ritenendoli elementi costitutivi dell'insolvenza medesima. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato