Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24100 - pubb. 11/01/2020

Nozione di stato d'insolvenza

Cassazione civile, sez. I, 03 Settembre 1976, n. 3082. Pres. Rossi. Est. Boselli.


Stato di insolvenza - Nozione - Temporanea difficoltà ad adempiere le proprie obbligazioni - Nozione - Differenze - Rapporto tra i procedimenti



La 'temporanea difficoltà ad adempiere le proprie obbligazioni' di cui all'art 187 della legge fallimentare e la 'insolvenza' di cui all'art 5 della legge stessa rappresentano due diverse gradazioni di un medesimo fenomeno patologico, il cui contenuto sta nella impossibilita per l'imprenditore commerciale di far fronte tempestivamente e con mezzi ordinari all'adempimento delle obbligazioni assunte, pur presentando la prima un minore coefficiente di gravita. Il rapporto tra amministrazione controllata e fallimento non e di mera successione cronologica bensi di consecuzione di procedimenti, che diventa necessaria rilevandone il carattere unitario, allorquando l'amministrazione controllata non sia giunta a buon fine. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato