Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24097 - pubb. 11/01/2020

Definizione di stato d'insolvenza

Cassazione civile, sez. I, 14 Marzo 1978, n. 1274. Pres. Rossi. Est. Carnevale.


Stato d'insolvenza - Nozione



Lo stato d'insolvenza, quale presupposto per la dichiarazione di fallimento, consiste nell'oggettiva impossibilita in cui si trova l'imprenditore, con riferimento al momento della dichiarazione medesima, di far fronte, per il venir meno delle normali condizioni di liquidita e di credito, tempestivamente e con mezzi ordinari alle proprie obbligazioni. Pertanto, le circostanze inerenti alla concreta sussistenza o meno di una o più obbligazioni rimaste inadempiute, al loro ammontare, al rapporto fra passivo ed attivo dell'impresa, alla possibilità o meno di estinguere i debiti dopo la dichiarazione di fallimento, senza far ricorso a liquidazione di attività, se non possono considerarsi decisive, singolarmente esaminate, al fine dell'affermazione o negazione dello stato d'insolvenza, costituiscono, d'altra parte, elementi presuntivi idonei ad evidenziare, ove valutati nel loro insieme, la ricorrenza o meno dell'indicata obiettiva incapacità dell'imprenditore a fronteggiare i propri impegni. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato