Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24090 - pubb. 11/01/2020

Amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi e insolvenza

Cassazione civile, sez. I, 09 Dicembre 1982, n. 6706. Pres. Sandulli. Est. Ruggiero.


Liquidazione coatta amministrativa - Stato di insolvenza - Grandi imprese in crisi - Amministrazione straordinaria prevista dal D.L. N. 26 del 1979 - Società controllata o collegata a quella già sottoposta a tale procedura straordinaria - Stato di insolvenza - Dichiarazione - Competenza del Tribunale del luogo in cui detta società ha la sede principale



In tema di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi, secondo la previsione del d.l. 30 gennaio 1979 n. 26, convertito, con modificazioni, nella legge 3 aprile 1979 n. 95, l'individuazione del tribunale competente, per la dichiarazione dello stato d'insolvenza di una società controllata o collegata a quella per prima sottoposta a detta procedura straordinaria, va effettuata in base al luogo in cui la medesima società controllata o collegata ha la sua Sede principale, tenuto conto che l'art. 3 di detta legge, ove prevede l'indicata estensione della dichiarazione dello stato d'insolvenza, non introduce alcuna deroga al criterio generale di Competenza fissato dal secondo comma del precedente art. 1 (mediante richiamo dell'art. 195 della legge fallimentare). (massima ufficiale)


Massimario Ragionato