Persone e Misure di Protezione


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 13775 - pubb. 03/12/2015

Protezione internazionale e orientamento sessuale dello straniero

Tribunale Milano, 27 Ottobre 2015. Est. Martina Flamini.


Richiesta di protezione internazionale – Orientamento sessuale del richiedente – Persona omosessuale proveniente da Paese in cui l’omosessualità sia considerata reato (nel caso di specie: Nigeria) – Fondatezza della richiesta di protezione – Sussiste



Sussiste grave pericolo di persecuzione per il soggetto che, in caso di rientro in Patria, a causa del proprio orientamento sessuale (nel caso di specie: omosessuale), sarebbe sottoposto a pena detentiva così elevata da poter essere considerata una sanzione discriminatoria e dunque un atto di persecuzione (nel caso di specie: Nigeria). In ipotesi del genere è meritevole di accoglimento la richiesta di protezione internazionale presentata dallo straniero, atteso che l’orientamento sessuale costituisce un aspetto fondamentale dell’identità umana che una persona non deve essere costretta a nascondere o abbandonare.


Il testo integrale