Codice Civile


LIBRO SECONDO
Delle successioni
TITOLO IV
Della divisione
CAPO V
Dell'annullamento e della rescissione in materia di divisione

Art. 763

Rescissione per lesione
TESTO A FRONTE

I. La divisione può essere rescissa quando taluno dei coeredi prova di essere stato leso oltre il quarto.

II. La rescissione è ammessa anche nel caso di divisione fatta dal testatore, quando il valore dei beni assegnati ad alcuno dei coeredi è inferiore di oltre un quarto all'entità della quota ad esso spettante.

III. L'azione si prescrive in due anni dalla divisione.


GIURISPRUDENZA

Divisione ereditaria - Impugnazione - Rescissione per lesione - Divisione parziale - Azione di rescissione oltre il quarto - Esperibilità - Autonoma - Ammissibilità.
L'art. 762 c.c., stabilendo che l'omissione di uno o più beni dell'eredità non è causa di nullità della convenuta divisione, ma determina esclusivamente la necessità di procedere ad un supplemento della divisione stessa, sancisce, implicitamente, la indiscutibile validità ed efficacia dell'atto parziale così compiuto, escludendo ogni possibilità di considerarlo come struttura negoziale non dotata di propria autonomia, tale, cioè, da rendere comunque necessario attendere lo scioglimento della comunione sui residui beni per poter proporre la eventuale azione di rescissione per lesione oltre il quarto, azione che sarà, pertanto, legittimamente esperibile anche in relazione alla sola divisione parziale. (massima ufficiale) Cassazione civile, sez. II, 30 Settembre 2021, n. 26563.