Codice Civile


LIBRO QUINTO
Del lavoro
TITOLO VIII
Dell'azienda
CAPO II
Della ditta e dell'insegna

Art. 2564

Modificazione della ditta
TESTO A FRONTE

I. Quando la ditta è uguale o simile a quella usata da altro imprenditore e può creare confusione per l'oggetto dell'impresa e per il luogo in cui questa è esercitata, deve essere integrata o modificata con indicazioni idonee a differenziarla.

II. Per le imprese commerciali l'obbligo dell'integrazione o modificazione spetta a chi ha iscritto la propria ditta nel registro delle imprese in epoca posteriore.


GIURISPRUDENZA

Trasferimento dell'azienda - Trasferimento del marchio - Consenso espresso dell'alienante - Necessità.
Il principio enunciato dall'articolo 2565 c.c., secondo il quale nel trasferimento dell'azienda per atto tra vivi la ditta non passa all'acquirente senza il consenso dell'alienante, è applicabile anche al marchio in forza del principio dell'unitarietà dei segni distintivi, secondo il quale è vietato adottare, senza il consenso del titolare del relativo diritto di privativa industriale, qualsiasi segno distintivo uguale o simile all'altrui marchio registrato sia esso ditta, denominazione, ragione sociale, insegna, nome a dominio di un sito usato nell'attività economica, se tale uso determina rischio di confusione per il pubblico. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Milano, 25 Novembre 2013.