Codice Civile


LIBRO QUARTO
Delle obbligazioni
TITOLO I
Delle obbligazioni in generale
CAPO IV
Dei modi di estinzione delle obbligazioni diversi dall'adempimento
SEZIONE II
Della remissione

Art. 1238

Rinunzia alle garanzie
TESTO A FRONTE

I. La rinunzia alle garanzie dell'obbligazione non fa presumere la remissione del debito.


GIURISPRUDENZA

Società – Trasformazione e fusione – Liberazione dei soci .
Ai sensi dell’art. 2500 quinquies comma 1 cod. civ., i soci a responsabilità limitata non sono liberati dalle obbligazioni il cui titolo si sia formato prima della trasformazione della società, anche se queste divengano esigibili solo in epoca successiva al verificarsi della medesima.

La rinuncia del creditore alla responsabilità illimitata dei soci, di cui alla parte finale del primo comma dell’art. 2500 quinquies cod. civ., riproduce la fattispecie generale di remissione del credito, sub specie di rinuncia alla garanzia personale che assiste il diritto ex art. 1238 cod. civ.

La rinuncia del creditore alla responsabilità illimitata, di cui al secondo comma dell’art. 2501 quinquies cod. civ., se pure dà vita a un atto negoziale di segno remissorio, delinea un consenso liberatorio presunto, assegnando al creditore un onere di loquere. Ne segue il carattere di stretta interpretazione di questa disposizione. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)
Cassazione civile, sez. VI, 20 Maggio 2021, n. 13772.