Massimario Ragionato Fallimentare

a cura di Franco Benassi
apri l'articolo del codice

Articolo 178 ∙ (Adesioni alla proposta di concordato)


Voto per procura
Tutte le MassimeCassazione
Principio di non modificabilità del votoCreditore dissenzienteVoto, termine perentorio per la manifestazioneVoto trasmesso al commissario giudizialeVoto per procuraVoto preventivo o successivo all'adunanzaVoto espresso prima del deposito della relazione del commissario giudizialeRatifica del voto successiva alla scadenza del termineRevoca del votoVoto del cessionario del creditoRinuncia al privilegio successiva all'adunanza e votoAdesione successiva sulla base del credito ammesso in via provvisoriaAdesione alla transazione fiscale e rettifica del votoSilenzio assenso dell'Agenzia delle entrateGruppo di impreseComputo delle maggioranzeComputo della maggioranza delle classiSindacato del tribunaleRinuncia alla domanda di concordatoRegime transitorio


Voto per procura

Concordato preventivo – Adunanza dei creditori – Contraddittorio pieno – Finalità

Concordato preventivo – Voto del creditore – Manifestazione per mezzo di rappresentante – Procura – Caratteristiche

L’adunanza dei creditori costituisce la fase in cui tra le parti - creditori e debitore, appunto - si sviluppa una fase di "contraddittorio pieno", che viene a supplire - seppure in termini parziali e al solo fine della votazione - all’assenza nel concordato di una procedura di verifica del passivo: tanto il debitore, quanto i creditori ben possono, in questa sede, contestare il diritto a partecipare di ogni altro soggetto (cfr., in particolare, la norma della L. Fall., art. 175, comma 3).

Nella procedura di concordato preventivo, la manifestazione di voto del creditore, che è prevista nella L. Fall., art. 178, comma 4, può essere data anche per mezzo di un rappresentante.

Per tale riguardo, è richiesto che la procura sia conferita nel rispetto delle forme prescritte da questa norma per l’esercizio del voto; non è richiesto, invece, che la stessa sia attribuita con "mandato speciale”. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Cassazione civile, sez. I, 25 Gennaio 2021, n. 1518.